San Clemente – La macchina del tempo

San Clemente

La Basilica di San Clemente (XII secolo) si trova tra il Colosseo e San Giovanni in Laterano ed è un vero gioiello contenente l’ arte barocca, rinascimentale e medievale.

Masolino da Panicale - S.CaterinaOltre ad uno splendido mosaico del XIII secolo  e il pavimento cosmatesco, la basilica è decorata  da affreschi di Masolino con le storie di San Domenico e Santa Caterina. Mentre nella navata centrale è installata la scola cantorum di epoca più antica…

Fino a metà del ‘800 si era creduta questa la basilica di San Clemente Papa – la quale era menzionati persino nei documenti del IV secolo, che fu solamente ristrutturata ma con gli scavi si sono potuti rivelare altri due livelli di storia e di epoche di questo complesso. 

Uno scalone costruito nel ‘800 porta al primo livello sotterraneo, di 6-8 metri sotto terra, che evidenzia resti e reperti di epoche tra il IV e il XI secolo.

san clemente paleocristianoEpigrafi e pietre tombali, ma anche affreschi che evidenziano l’importanza di Cirillo e Metodio per questo luogo. La stessa tomba venerata si trova nella navata meridionale, poco prima dell’ulteriore scala che porta a 20m sotto terra.

Affreschi importanti che indicano il cambia dallo stile bizantino a quello romano, e inoltre la

San Clemente affresco messa e Sisinnioprima apparizione di un fumetto con la famosa parolaccia, che raccontano le storie dei Santi e dei Papi legati a questa chiesa.

L’ultimo livello sotterraneo che non realtaà neanche è l’utlimo, percheé le fondamenta appoggiano su strutture forse claudiano o neroniane, edifici distrutti dall’incendio del 64, documenta il periodo dal I secolo al IV fin quando fu costruita la basilica paleocristiana. In queste strutture si trovano oltre ad un fosso antico, un’insula nella quale si instaura un mitreo, luogo di culto pagano che fece concorrenza al cristianesimo durante i primi secoli, ed un’altra struttura interpretata o come zecca, oppure come magazzini dagli archeologi.

Screen Shot 2013-10-27 at 5.34.37 PM  Approfondimenti

Annunci

San Clemente – Approfondimenti

La zona vicino al Colosseo era sicuramente edificata in età repubblicana  che furono inglobati nella immensa Domus Aurea neroniana. Con il terrible incendio del 64 questa zone fu quasi completamente distrutta, motivo per Nerone, per confiscare tutto e costruire la sua Villa. Dopo la more di Nerone, I Flavi  restituiscono l’area al popolo costruendo l’anfiteatro Flavio= il Colosseo. Intorno al Colosseo, oltre alle strutture adibite a servizi per il funzionamento del colosseo, come il ludus magnus, ludus mattutino, le caserme, e quant’altro, vi furono anche delle domus e delle insule. Sembra che Tito, dopo il grande incendio dell’80  abbia spostato la zecca che si trovava sul colle Campidoglio proprio in questa zona – tutt’ora e’ in

pianta fine III seccorso una “disputa” per capire se uno degli edifici nei sotterranei di San Clemente a 20 metri dalla superficie sia una zecca o un horreum. L’edificio verso est infatti consiste in piccole stanze con un’unico accesso verso l’atrio oppure verso un cortile centrale, verso il centro della struttura e non vi sono ne finestre, ne altri accessi a queste stanze.

Il lato orientale delle strutture sembra essere una domus o un’insula che dopo nel III secolo venne allestita come mitreo, luogo di culto pagano – della religione salvifica e misterica: il Mitraismo. Nelle stanze adibite per il mitreo, si trovano resti di volte stuccate, resti di affreschi e soprattutto l’altare di Mitra – sul quale il rilievo mostra la tipica scena della tauroctonia – fulcro della religione stessa.

Altare di Mitra